Il Paese dei canestrelli

(img wikipedia)

Non ho ancora capito se il motivo è la scarsa credibilità delle statistiche ufficiali dell’Indec, o se sia proprio una specie di sport nazionale, ma qui ognuno si fa i suoi panieri. Ci sono quelli generici, tipo quanto spende la famiglia media per avere un tenore di vita medio, e quelli più specialistici, tipo il paniere del docente; ci sono quelli di Natale (quanto costa il pranzo della festa) e quelli scolastici (quanto bisogna spendere per iniziare le lezioni). Oggi parliamo di due panieri alimentari “generici” usciti nelle ultime settimane: uno è la canasta nutricional del CPCE, l’associazione dei commercialisti di Córdoba, e l’altro quello che rileva, sempre a Córdoba, il giornale La Voz del Interior.
Secondo il CPCE, che si riferisce a un paniere alimentare bilanciato (è elaborato dall’Ordine dei nutrizionisti) e adattato alle abitudini alimentari delle classi medie locali, la famiglia-tipo di due adulti e due ragazzi ha bisogno di 2.625 pesos (460 euro) al mese (850 pesos per adulto equivalente).
Per la Voz invece, alla stessa famiglia bastano 1845 pesos (324 euro), e nella canasta del giornale sono compresi anche prodotti di base per l’igiene personale, dentifricio, carta igienica, saponi etc-. La Voz ci dice anche che la voce più importante nella composizione del paniere è la carne, che rappresenta poco più di un terzo della spesa familiare mensile – sulla base di 5 kg di carni varie a testa al mese.
Bella differenza no?

(La sposa e io abbiamo fatto due conti – un po’ come gli eroi della medicina che provavano i vaccini su se stessi – e siamo più o meno in linea con il paniere CPCE, visto che in tre spendiamo 2000-2100 pesos/mese in alimenti).

Fritz

Marco Biagetti è andato ad abitare a Córdoba nel 1998, sotto l'influsso malefico di una moglie. Adesso ha in più una figlia tween, una cagnolina casinara e quindici chili di panza. Fa una piccolissima produzione di patate, e somatizza le gioie dell'agricoltura a livello gastrico. Uomo di mondo, è nato a Roma ma ha fatto dieci anni di studio e lavoro a Viterbo

Commenti

  1. Interessante…
    L’unica cosa che non mi torna è che nella mia famiglia in Italia (2 adulti + 2 bambini) spendiamo circa 400 euro. Credevo che la vita fosse più economica in Argentina.

    • eh infatti mauro lo pensano in molti… poi fanno un giro al supermercato e cambiano idea. diciamo anche che con le seconde marche si spende meno, ma noi italiani siamo abituati ad uno standard piuttosto alto, credo. saluti!

    • Attilio dice:

      Mi piacerebbe gentilmente sapere da te Mauro cosa intendi per 400 euro al mese(2 adulti +2 bambini ?!)
      Ti riferisci forse al solo mangiare ? Ma anche così mi semsra un miracolo !

      • Guarda Attilio quei 400 sono x la spesa comprensiva di mangiare + prodotti x igiene personale e pulizia casa. Peró ti dico anche che mangiamo poca carne e che molti prodotti non sono di marca, poi c’è da considerare che tranne il week end a mezzo giorno mangiamo fuori.

  2. Valeria soledad dice:

    ok piccolo problema o sono io che nn so fare la spesa o sono le statistiche sbagliate….praticamente riesco a spendere lo stesso che una famiglia media di cordoba….peccato che sono una single in baires!! O.o

  3. Però per fare un discorso veramente completo bisognerebbe rapportare quanto si spende con quanto si guadagna. Mediamente quanto è uno stipendio in pesos?

    • mauro è una domanda su cui ci stiamo accapigliando da tempo. da qualche parte fra i 3500 e i 4500 pesos, probabilmente.

      • Quindi prendendo a riferimento il paniere cpce vuol dire fare fuori più di metà stipendio nella sola spesa di casa, corretto? Se è così la situazione non mi sembra delle più rosee a meno che in Argentina siano minori tasse ei costi per affitto, luce, gas, etc.

Lascia un commento

*